Ex obiettivo lavoro: arrivederci e grazie!

41 lavoratrici e lavoratori ex obiettivo lavoro impegnati, da più di 15 anni, presso gli ospedali di Castrovillari, San Giovanni in Fiore e nei vari uffici territoriali di Cosenza e Provincia, dalla dott.ssa Bettelini, commissario ASP di Cosenza hanno ricevuto il benservito. Dal prossimo 31 dicembre, infatti, avremo nuovi disoccupati e, cosa ancor più grave, non si assicureranno più servizi essenziali in quanto, danno oltre la beffa, a questi operatori non subentrerà nessuno. Sfruttati e precari per anni ora sono buttati fuori da quella stessa Azienda che tratta in modo…

LAVORATORI EX OBIETTIVO LAVORO – FILCAMS e NIDIL chiedono incontro al Prefetto

La riunione per discutere della sorte lavorativa dei 41 Lavoratori ex Obiettivo Lavoro (somministrati) più volte sollecitata dalla CGIL, si è tenuta lo scorso 13 novembre, nella sede dell’ente alla presenza del commissario ASP Cosenza, dr.ssa Bettelini. Sono più di 15 anni che queste lavoratrici e questi lavoratori, oggi dipendenti della ditta Servizi Integrati, prestano servizi essenziali a tutti i livelli dell’ASP di Cosenza. Alla riunione erano presenti anche l’assessore regionale al welfare, Gianluca Gallo, ed il sindaco di San Giovanni in Fiore, Rosaria Succurro, mentre – per gravi motivi…

SIARC: intervenga il commissario ASP

Inqualificabile ed inquietabile continua ad essere l’atteggiamento dell’azienda che si occupa dei servizi di ristorazione presso l’ASP di Cosenza: la Siarc di Catanzaro. Lavoratrici e lavoratori, tutti part time ed in larga parte monoreddito, non hanno ancora percepito il salario di settembre e la 14^ mensilità; siffatta situazione crea un comprensibile disagio personale e delle rispettive famiglie. SIARC non è nuova a tale intollerabile atteggiamento; sono anni, infatti, che siamo costretti a denunciare il ritardo nei pagamenti; non di second’ordine gli altri problemi logistici, quelli legati alle attrezzature, la gestione…

UFFICI POSTALI DELLA PROVINCIA DI COSENZA A RISCHIO IL SERVIZIO DI PULIZIA

Siamo alle solite con la ditta Serena Srl! Essa agisce in appalto, in provincia di Cosenza, la pulizia degli Uffici Postali di POSTE ITALIANE. Le lavoratrici, per la maggior parte, monoreddito e con orario di lavoro part time, sono state chiamate dall’azienda a svolgere lavoro supplementare dovuto all’emergenza sanitaria in atto, senza garanzia ad una giusta retribuzione. Inoltre, le stesse hanno già svolto medesimo lavoro durante il periodo post lockdown (maggio-giugno), ancora senza percepire adeguato salario. Se si aggiungono, poi, le spese di trasporto già sostenute e che quotidianamente sostengono,…

Comune di Corigliano Rossano servizio mensa scolastica nel limbo

Nella sede della Protezione Civile, area Rossano, 20 ottobre si è tenuto l’incontro tra l’amministrazione comunale di Corigliano Rossano, rappresentata dagli assessori al lavoro e all’istruzione, rispettivamente Novello e Novellis, i rappresentanti di CGIL e UIL, Andrea Ferrone e Luciano Campilongo, ed una piccola delegazione di lavoratrici e lavoratori della mensa scolastica comunale. I 33 lavoratori del settore garantiscono il servizio già da due decenni e, purtroppo, a causa dell’emergenza COVID, si trovano in CIG dal lontano 5 marzo u.s. Trattasi, comunque, di maestranze con contratto part time, con famiglie…

Nei confronti dei lavoratori continua inesorabile l’atteggiamento di sfida della azienda Siarc di Catanzaro.

A tutt’oggi nulla è dato sapere sul pagamento della 14ma mensilità alle maestranze che hanno svolto, fino a marzo scorso (prima del lockdown), il servizio mensa per le scuole del comune di Corigliano Rossano. Ricordiamo che trattasi di lavoratrici e lavoratori, padri e madri di famiglie per lo più monoreddito, con contratti part time. La ditta non è nuova a queste gravi inottemperanze; sono anni che si denunciano i ritardi. L’aspetto più inaccettabile è il non degnarsi neppure di rispondere, anche telefonicamente, o men che meno di comunicare per iscritto…

Municipia – No alla conferma dell’appalto

Il leitmotiv che si ripete: per l’ennesima volta Municipia Spa, società di riscossione dei tributi nel comune di Corigliano Rossano, non ha mantenuto quanto promesso all’Amministrazione Comunale. Una gara d’appalto nata male e che rischia di finire peggio, con la proroga dell’appalto per il servizio. Tutto legittimo! La legge lo prevede, ma politicamente non c’è scelta più inadeguata che mostra poca autorevolezza nella capacità di amministrare una città di 80.000 abitanti. Sul tavolo dell’agognato incontro del 15 luglio 2020, tra il comune di Corigliano Rossano, presenti l’assessore alle finanze, dr…

SIARC NON PAGA!

Filcams CGIL e UIL-Corigliano Rossano denunciano con forza la situazione di disagio assoluto che stanno vivendo le lavoratrici ed i lavoratori della mensa scolastica in appalto del Comune che è in mano all’azienda SIARC di Catanzaro. All’inaccettabile e gravissimo atteggiamento perpetrato dalla SIARC sono da ascrivere quasi tutte le problematiche. Non ha provveduto, infatti, all’accreditamento della retribuzione relativa al mese di marzo; si tratta, per amore di verità, di una cifra ridotta dalla sopravvenuta messa in cassa integrazione dei primi giorni di marzo, imposta dall’emergenza coronavirus; purtroppo l’INPS, ad oggi,…

Lavoratori mensa scolastica, il sindaco ci ascolti.

Filcams CGIL Pollino Sibaritide Tirreno e UIL di Corigliano-Rossano hanno chiesto un incontro urgente al sindaco di Corigliano Rossano – Flavio Stasi per affrontare il tema scottante dei lavoratori e delle lavoratrici della mensa scolastica del comune. A seguito dei DPCM che hanno imposto la chiusura delle attività a livello nazionale, anche la ditta Siarc di Catanzaro ha messo tutti in cassa integrazione dal 5 marzo. Ad oggi, però, nessuno ha visto il becco di un quattrino! L’azienda non ha anticipato le somme che l’INPS pagherà ai suoi dipendenti e,…

SIARC ancora non paga!

Siamo alle solite: la Siarc non paga! Oramai sono tre i mesi di mancati pagamenti di quanto spettante ai lavoratori. Nell’imminenza della festività di Pasqua i lavoratori per la maggior parte monoreddito e part time, non saranno in grado neppure di garantire un minimo di pranzo alle loro famiglie. Filcams CGIL, Fisascat CISL e UILtucs della provincia di Cosenza hanno stamattina scritto al Prefetto di Cosenza nonché al Direttore Generale dell’ASP di Cosenza per informarli della gravissima situazione vissuta dai lavoratori. Motivati da grande senso di responsabilità, serietà ed abnegazione…