Hospital Service assume tutti i lavoratori

Si conclude positivamente la vicenda del subentro dei lavoratori del servizio Lavanolo (lavanderia industriale) presso l’azienda sanitaria provinciale di Cosenza. La ditta Hospital Service (che ricordiamo prende il posto della Servizi Ospedalieri) ha assunto tutti i lavoratori alle medesime condizioni precedenti sottoscrivendo un accordo con Filcams Cgil e Uiltec. Ampio e profondo era stato lo scontro tra le parti nei tre mesi precedenti, con il sindacato che ha puntato il dito contro la gara fatta nel 2018 dalla stazione unica appaltante di Catanzaro e che vedeva la ditta Hospital subentrare…

Ospedale Giannettasio di Rossano: è allarme sicurezza

Le OOSS Filcams Cgil Pollino Sibaritide Tirreno, Fisascat Cisl e UIL tucs, i segretari Ferrone, Scarcello e Campilongo hanno chiesto un incontro al commissario ASP di Cosenza, dr Graziano, sulla vicenda che da qualche giorno ha interessato l’affidamento, ad una azienda locale, del portierato dell’ingresso principale del nosocomio cittadino (cd “sbarra”), obiettivo sensibile in quanto unico accesso per auto ed ambulanze nonché punto di controllo del perimetro del presidio. L’affidamento ha, di fatto, tolto il servizio alla GPG armata, come da prassi oramai consolidata negli anni. Nei mesi scorsi avevano guardato con favore al rafforzamento del servizio armato del pronto…

Lavanolo, anche la politica mostri attenzione alla vicenda

Continua incessante la sfida ai lavoratori da parte dell’azienda Hospital service di Chieti, che da settembre dovrebbe subentrare nel servizio di Lavanolo presso l’Asp di Cosenza, nei suoi presidi ospedalieri. Nonostante la ditta non si sia presentata, ad oggi, dal commissario Asp negli uffici di via degli Alimena, con una semplice mail ha inviato ai lavoratori proposte di contratti di lavoro inaccettabili, unitamente alla richiesta di firmale immediatamente o entro pochi giorni. Già nei giorni scorsi, abbiamo inviato alla ditta una formale diffida, posta all’attenzione anche di SE il Prefetto…

APPALTO LAVANOLO ASP COSENZA

  Su richiesta delle OOSS Filcams CGIL Pollino Sibaritide Tirreno e Uiltec si è tenuto venerdì us l’incontro convocato dal dr Graziano (commissario ASP di Cosenza) relativo al cambio appalto dei lavoratori del servizio di Lavanolo ospedaliero della sanità pubblica provinciale, che da settembre dovrebbe essere assegnato alla ditta di Chieti Hospital Service, e che oggi sono ancora dipendenti della ditta ferrarese Servizi Ospedalieri, con rapporto di lavoro part time di 27 ore settimanali alle condizioni salariali previste dal CCNL delle Lavanderie industriali. All’incontro la Hospital Service non ha partecipato…

APPALTO LAVANOLO ASP COSENZA

La Filcams Cgil Pollino Sibaritide Tirreno, dopo aver appreso informali quanto gravissime notizie circa l’appalto di lavanderia degli ospedali, ha immediatamente inoltrato una richiesta di incontro al commissario Straordinario dell’Asp di Cosenza, dott. Graziano poiché nell’appalto di LAVANOLO, sarebbe in procinto di subentrare la ditta Hospital Service al posto della uscente Servizi Ospedalieri di Ferrara. Qualora si trattasse di un normale cambio di appalto tra ditte, con il mantenimento della clausola sociale ed alle medesime condizioni economiche e normative, non ci sarebbe bisogno di altro se non il normale incontro…

Appalto refezione Asp Cosenza

Dopo 17 anni “appena”, finalmente l’ASP di Cosenza ha assegnato l’appalto relativo al servizio di refezione ospedaliera della provincia di Cosenza. La ditta Siarc di Catanzaro, oramai sull’orlo del fallimento, lascia il posto alla Ladisa di Bari, a cui indirizziamo un caloroso augurio di buon lavoro. Così come doveroso ci sembra di ringraziare l’attuale dirigenza dell’ASP di Cosenza, la quale ha tenuto fede alle promesse fatte nei giorni scorsi in prefettura, allorquando il commissario Laregina in persona si impegnò per velocizzare quanto più possibile la conclusione della gara. Oggi inizia…

Mensa comune di Corigliano-Rossano i lavoratori tornano a lavorare

Con grande soddisfazione la Filcams Cgil Pollino Sibaritide Tirreno e la Uil comunicano che, a partire da oggi, tutti e 40 i lavoratori che gestiscono il servizio refezione scolastica del comune di Corigliano-Rossano (33 storici a tempo indeterminato da giorno 11 aprile us e 7 a tempo determinato) stanno lavorando e lo faranno fine alla conclusione della scuola con la nuova azienda Scamar, piccola ma efficiente realtà imprenditoriale del lamentino. Sono lontane, fortunatamente, le brutte pagine scritte dalla Siarc negli ultimi tempi. A tal proposito, come ultimo atto, è stato…

Comune di Corigliano Rossano: da Municipia a Soget

Filcams Cgil Pollino Sibaritide Tirreno e la Camera del Lavoro di Corigliano Rossano esprimono grande soddisfazione per il passaggio dei lavoratori ex Municipia alla nuova ditta Soget che, da ieri mattina, ha assorbito tutti. Ma non è tutto. Il risultato più incoraggiante è l’aver raggiunto il contratto a tempo pieno, che era il contratto applicato fino al 2014 proprio da Soget nell’allora comune di Corigliano. La perseveranza del sindacato, dei lavoratori, la contrattazione d’anticipo sul nuovo bando di gara, la collaborazione con l’amministrazione comunale (con il dirigente dr Fragale ed…

Siarc e gli studenti ‘FORSE’ senza refezione

Apprendiamo sconcertati la nota dei dirigenti del comune di Corigliano-Rossano che comunicano alle scuole statali che, da lunedì prossimo, il servizio di refezione scolastica FORSE non ci sarà più… Se non fosse per 40 lavoratori part time e monoreddito che da tre mesi non ricevono il salario o per i circa 1200 bimbi delle scuole materne ed elementari, che dovrebbero ricevere un pasto di qualità ed in sicurezza e che – invece – da due giorni, ricevono un panino e frittata (i più fortunati anche un frutto…), potremmo pensare a…

Siarc: situazione ingestibile

Si fa ingestibile la situazione della refezione scolastica del comune di Corigliano-Rossano in appalto alla ditta Siarc di Catanzaro. Non fossero sufficienti i mancati pagamenti delle maestranze (praticamente tutti part time e monoreddito), dallo scorso mese di novembre si è aggiunta lo stallo assoluto da parte del comune; a 20 giorni dalla rescissione del contratto con Siarc, l’ente paradossalmente continua – di fatto – a delegare alla medesima azienda la gestione del servizio. Non passa giorno che alle scriventi Organizzazioni Sindacali non venga segnalato un problema legato al ritardo nella…